Quesiti 1201- - SAFETY&PED

Vai ai contenuti
D. LGs. 81/08 > Quesiti sul D. Lgs. 81/08
Inserire il problema:forse c'è già la risposta


Domanda n° 1222
Un'impresa appaltatrice noleggia a caldo un mezzo di cantiere (by bridge), incarica però un'impresa subappaltatrice ad eseguire determinati lavori con l'uso del suddetto by bridge (l'operatore del mezzo noleggiato è stesso il proprietario), a parte tutta la documentazione necessaria in merito al mezzo e all'operatore, chiedo se sia possibile tutto questo.


Risposta
Non vedo particolari problemi. Ovviamente l'impresa subappaltatrice deve fare il POS che deve essere congruito dall'appaltatrice prima di passare all'esame del CSE. I lavori non potranno iniziare prima della riunione di coordinamento e del visto di conformità CSE del POS.


Domanda n° 1221
Nel caso di una variante in corso d'opera per la modifica qualitativa dei materiali da applicare e relativa revisione dei prezzi, occorre procedere all'aggiornamento del PSC ?? inoltre dovrebbe subentrare una ditta subappaltatrice per alcune lavorazione (revisione impianto elettrico) ... sicuramente occorre aggiornare il cronoprogramma da parte del DD.LL. o del CSE ??

Risposta
La modifica qualitativa di materiali con relativa variante dei costi in generale non ha alcun impatto sulla sicurezza.dico in generale perché in teoria il nuovo materiale potrebbe essere ad esempio cancerogeno e allora impatterebbe  sul psc, ma ovviamente è difficile che accada.
Cosa diversa è l' ingresso di nuova ditta . Occorre aggiornare la notifica, il psc (indicando le generalità della nuova impresa) fare riunione di coordinamento con appaltatore e subappaltatore, congruire POS. Il cronoprogramma e il diagramma di Gantt potrebbero non avere necessità di aggiornamento ma se così non fosse il direttore lavori e il CSE aggiornano  ognuno i rispettivi diagrammi di competenza.

Domanda n° 1220
il Dirigente scolastico può svolgere anche l'incarico di preposto?

Risposta
Si, anche se non capisco preposto a cosa. Occorre però tenere conto dell'interpello 16/2015 e fare la opportuna formazione.
 Interpello 16/2015 Il Ministero chiarisce che l’individuazione della figura del preposto, ai sensi dell’articolo 2, comma 1, lettera e) del D. Lgs. n. 81/08 non è obbligatoria, ma è una scelta del datore di lavoro in base all’organizzazione ad alla complessità della sua azienda. In alcuni casi particolari il legislatore invece richiede specificatamente che i lavori siano effettuati sotto la diretta sorveglianza di un soggetto preposto e gerarchicamente sovraordinato ai lavoratori che effettuano tali attività, che ovviamente può essere lo stesso datore di lavoro purché abbia seguito gli appositi corsi di formazione. È il caso del montaggio e smontaggio delle opere provvisionali, dei lavori di demolizione, del montaggio e smontaggio dei ponteggi, ecc  

Domanda n° 1219
il dvr per essere legale basta essere firmato dal datore di lavoro che svolge la funzione di RSPP, dall'RLS e dal Medico competente dove nominati? o anche dal professionista che ha aiutato nella collaborazione della redazione?

Risposta
il dvr per essere legale basta che sia firmato dal datore di lavoro  . Altre firme (  RSPP, dall'RLS e dal Medico competente ) servono eventualmente per la data attestata.La firma del   professionista che ha aiutato nella collaborazione della redazione  non serve .se non per responsabilizzare il professionista.


Domanda n° 1218
Il piano di emregnza lo deve firmare anche il medico competente?

Risposta
No, il medico firma il DVR all'interno del quale è compreso il piano di emergenza. Non è richiesta la firma direttamente sul piano di emergenza che potrebbe essere redatto addirittura da un tecnico che non è RSPP.

Domanda n° 1217
Se un consulente aiuta a redarre il DVR per un'attività commerciale dove l'RSPP è il datore di lavoro, il consulente è tenuto a firmare il DVR?

Risposta
L'obbligo può derivare dal tipo di incarico avuto . Cioè il professionista può assumere un incarico di consulenza di vario tipo che può prevedere o meno la firma dell'elaborato. Se il cliente lo richiede espressamente ovviamente scatta l'obbligo.

Domanda n° 1216
Per un negozio che vende materiale termo idraulico, ferramenta vernici di circa 1000mq, di cui 100 di vendita aperto al pubblico e il rimanente deposito, è obbligatorio avere il CPI ed un sistema idrico antincendio? E i lavoratori che corso di addetto antincendio dovrebbero seguire: rischio medio o alto?
Seguendo un corso di addetto antincendio rischio alto non sono obbligati a richiedere poi l'idoneità tecnica dei vigili del fuoco giusto?

Risposta
-per un negozio che vende materiale termo idraulico, ferramenta vernici di circa 1000mq, di cui 100 di vendita aperto al pubblico e il rimanente deposito, è obbligatorio avere il CPI? SI

- ed un sistema idrico antincendio?  :probabilmente si ma occorre fare verifica secondo DM 27/7/2010

-i lavoratori che corso di addetto antincendio dovrebbero seguire: rischio medio o alto?  medio a meno che non ci siano quantità enormi di vernici infiammabili.  Se fossi io l'RSPP comunque opterei per il corso di formazione rischio alto che però può essere fatto senza andare dai VVF (diciamo privatamente)
- Seguendo un corso di addetto antincendio rischio alto non sono obbligati a richiedere poi l'idoneità tecnica dei vigili del fuoco giusto?
Assolutamente no. L'idoneità deve essere richiesta solo nei casi previsti.
  • industrie e depositi di cui all'art. 4 e 6 del D.Lgsl. 334/99
  • fabbriche e depositi di esplosivi
  • centrali termoelettriche
  • aziende estrattive di oli minerali e gas combustibili
  • impianti e laboratori nucleari
  • depositi al chiuso di materiali combustibili con superficie superiore a 10.000 mq
  • attività commerciali ed espositive con superficie coperta superiore a 5.000 mq
  • scali aeroportuali, infrastrutture ferroviarie e metropolitane
  • alberghi con oltre 100 posti letto
  • ospedali, case di cura e case di ricovero per anziani
  • scuole di ogni ordine e grado con oltre 300 persone presenti
  • uffici con oltre 500 dipendenti
  • locali di spettacolo e trattenimento con capienza superiore a 100 posti
  • edifici pregevoli per arte e storia, sottoposti alla vigilanza dello Stato ai sensi del R.D. 7 novembre 1942, n. 564, adibiti a musei, gallerie, collezioni, biblioteche, aperti al pubblico superiori a 1000 mq
  • cantieri temporanei o mobili in sotterraneo per la costruzione, manutenzione e riparazione di gallerie, caverne, pozzi ed opere simili di lunghezza superiore a 50 m
  • cantieri temporanei o mobili ove si impiegano esplosivi


Domanda n° 1215
Un negozio di circa 400 mq, che vende hardware informatici all'ingrosso, è obbligato a dotarsi di un sistema idrico antincendio?


Risposta
se la superficie lorda, comprensiva di servizi e depositi,  è superiore a 400 mq bisogna valutare s el'impainto idrico è necessario ai sensi del DM 27 luglio 2010 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio delle attività commerciali con superficie superiore a 400 mq.


Domanda n° 1214
Per un negozio con vendita al dettaglio, il datore di lavoro che svolge l'incarico di RSPP, può seguire il corso di formazione di 16 ore dopo che hanno seguito il corso di formazione di 8 ore i lavoratori, o deve sempre svolgere il datore di lavoro il  corso prima dei lavoratori?

Risposta
Se il docente dei lavoratori non è il datore di lavoro i corsi possono essere contemporanei , antecedenti l'uno all'altro o come si vuole.


Domanda n° 1213
In un lavoro pubblico, nel caso di sub appalto di lavori ad altre imprese per il rifacimento degli impianti elettrici e della tinteggiatura, occorre procedere alla modifica del piano di sicurezza ed inviare una notifica integrativa sia all'ispettorato che all'ASP ??
Il committente o il D.LL. è tenuto ad avvisarmi ??
Di chi è la responsabilità se vado in cantiere e trovo gli operai di altra impresa ?? Nel caso come mi devo comportare ??

Risposta
in un lavoro pubblico, nel caso di sub appalto di lavori ad altre imprese per il rifacimento degli impianti elettrici e della tinteggiatura, occorre procedere alla modifica del piano di sicurezza ed inviare una notifica integrativa sia all'ispettorato che all'asp ??
 
assolutamente si ed o corrono anche i POS impianti elettrici e tinteggiatura
 
 
 
il committente o il d.ll. è tenuto ad avvisarmi??
 
 
ddll no;committente si;rl si:impresa appaltante si
 
 
di chi è la responsabilità se vado in cantiere e trovo gli operai di altra impresa ??
 
 
del CSE
 
 
 
nel caso come mi devo comportare ??
 
fermo immediato delle lavorazioni affidate con comunicazione contestuale a ddll rl committente impresa appaltatrice per violazione D LGS 81/08 (omissione POS omissione variazione PSC)-lettera di ammonimento alla impresa appaltatrice- riunione di coordinamento con utilizzo frustra

Domanda n° 1212
Volevo una conferma su due questioni:
- la committenza ha autorizzato il subappalto di alcune imprese su un cantiere, devo aggiornare la notifica preliminare ?
- i verbali redatti in cantiere, devo inviarli per conoscenza alla committenza ?
- essendo che l'andamento lavori non rispetta il cronoprogramma dovrei comunicarlo al committente o devo solo aggiornarlo ?

Risposta
Occorre aggiornare la notifica che comunque sarebbe compito del committente o responsabile lavori. I verbali vanno inviati al committente  solo se questi lo richiede oppure se contengono significative segnalazioni di negatività a carico di qualche impresa per consentire al committente di intervenire se vuole.Il ritardo dei lavori riguarda il direttore dei lavori. E' lui che lo deve comunicare al committente.

Domanda n° 1211
Per la firma congiunta che sostituisce la data certa nel DVR possono bastare due firme soltanto (DATORE DI LAVORO ED RSPP - ,chiaramente diversi) tenuto conto che il medico non serve e sono in attesa di assegnazione del RLST ?

Risposta
Purtroppo no perchè il legislatore ha previsto che tutto funzioni alla perfezione e che quindi il RLST sia nato  il 15 maggio 2018

Domanda n° 1210
In mattinata, vedendo alcuni operai che smontavano un ponteggio, alcuni ispettori di PZ si sono fermati in un mio cantiere,essendo un lavoro con unica impresa i cui lavori "privati", erano inferiore ai 200 ug, non ho inviato la notifica preliminare,oggi però mi sono reso conto che, l'impresa ha fatto montare il ponteggio ad altra impresa, quindi trattandosi di nolo a caldo e non nolo a freddo, ci voleva sia il PSC che l'invio della notifica.
Mi può consigliare come devo procedere, essendo che gli stessi hanno chiesto entro pochi gg. sia il PSC che l'invio della notifica preliminare

Risposta
A quanto capisco l'ispettore è dell'INL e lo scopo dell'ispezione è innanzitutto la normativa sul lavoro e non la normativa sulla sicurezza del lavoro. Se facciamo adesso la notifica e il PSC ci dichiariamo colpevoli e il committente prende sicuramente la sanzione (ridotta). Non farla c'è il rischio che il committente sia segnalato alla Procura della Repubblica. Suggerirei di prendere contatto con l'ispettore e facendo lo sprovveduto domandare perchè ha chiesto il PSC (senza accennare al ponteggio)  e se basta fare una dichiarazione che si prevede che i lavori saranno eseguiti da una unica impresa e che dureranno meno di 200 u/g. Può darsi che vada bene perchè non tutti gli ispettori ritengono che il montaggio del ponteggio costituisca lavoro di impresa. Comunque è bene mostrare stupore se l'ispettore invece è dell'opinione che si trattai di lavoro dell'impresa, dire che si pensava che il ponteggio fosse solo una fornitura e chiedere  se c'è una via di uscita.

Domanda n° 1209
Collaboro con una ditta che intende fabbricare una pinza di sollevamento per materiale edile, portata max. 5000 kg. La ditta ha necessità di certificare questo prodotto per immetterlo sul mercato. Per fare ciò é necessaria avviare una procedura di validazione presso l'Inail o è sufficiente realizzare il fascicolo tecnico secondo la direttiva macchine in autocertificazione? Queste attrezzature sono soggette a verifica periodica come da art 71 comma 11 ?

Risposta
La pinza di sollevamento, non essendo inclusa nell'allegato IV della direttiva macchine,  deve essere marcata CE. senza  obbligo di rivolgersi ad un Organismo Notificato (INAIL non lo è)( anche se potrebbe essere utilee se trattasi di produzione in serie).Per quanto riguarda la assoggettabilità  a verifiche periodiche non posso rispondere se non capiamo di cosa parliamo. Se la pinza è quella qui sotto la verifica riguarderà eventualmente  la macchina su cui è montata, se non è quella qui sotto non ho capito di che parliamo.



Domanda n° 1208
Sono in fase di contabilità dei costi della sicurezza: ho un trabattello da 9 m che utilizzo più volte alla stessa altezza per fare una lavorazione di sostituzione infissi vicini gli uni agli altri: 1) Posso spostare il trabattello semplicemente trascinandolo (normalmente ha ruote che in uso vengono bloccate in sicurezza) o la norma non me lo consente? 2) Se lo devo smontare e rimontare ogni volta in fase di contabilità della sicurezza devo considerare ogni volta un montaggio? 3)Se invece posso semplicemente spostarlo in sicurezza, posso tenere in conto di un costo orario operaio per l'operazione di spostamento e bloccaggio in sicurezza? Grazie mille per i chiarimenti che mi vorrà dare.

Risposta
Lo spostamento del trabattello può e deve essere fatto secondo le istruzioni del libretto di uso e manutenzione a condizione che a bordo non ci siano lavoratori e limitando l'altezza a quanto previsto nel libretto di uso e manutenzione per gli spostamenti. I costi di parziale smontaggio e rimontaggio sono costi della sicurezza e possono essere calcolati come costo orario.. é comunque responsabilità del coordinatore l'uso del trabattello al posto del ponteggio per lavori in quota (cioè se il lavoro riguarda infissi vicini gli uni agli altri perchè non è stato montato un ponteggio?)

Domanda n° 1207
In un cantiere con un’unica impresa per lavori relativi all’istallazione di un impianto fotovoltaico, la stessa impresa utilizzerà lavoratori in distacco da altra impresa.
Cambia qualcosa a livello di obblighi (Nomina coordinatore, PSC etc)?

Risposta
I lavoratori in distacco diventano lavoratori dell'unica impresa in cantiere. Quindi occorre solo aggiornare il POS.

Domanda n° 1206
Cantiere avviato con PSC, notifica e tutti gli adempimenti del caso.
Viene chiamata una gru esterna per la movimentazione di un’apparecchiatura da un’azienda specializzata.
E’ per forza necessario aggiornare la notifica preliminare e ottemperare a tutti gli adempimenti del caso o c’è qualche escamotage? P.S. Nolo con conducente…
Risposta
Se il contratto fatto è un nolo a caldo non c'è da fare aggiornamento notifica. Se invece trattasi di contratto di subappalto occorre aggiornare notifica.


Domanda n° 1205
Un'impresa appaltatrice noleggia a caldo un mezzo di cantiere (by bridge), incarica però un'impresa subappaltatrice ad eseguire determinati lavori con l'uso del suddetto by bridge (l'operatore del mezzo noleggiato è stesso il proprietario), a parte tutta la documentazione necessaria in merito al mezzo e all'operatore, chiedo se sia possibile tutto questo.

Risposta
Non vedo particolari problemi. Ovviamente l'impresa subappaltatrice deve fare il POS che deve essere congruito dall'appaltatrice prima di passare all'esame del CSE. I lavori non potranno iniziare prima della riunione di coordinamento e del visto di conformità CSE del POS.

Domanda n° 1204
Quali sono i requisiti che deve avere in possesso un docente formatore secondo il D.lgs. 81/08 dopo aver seguito un corso di 24 ore?  cioè basta aver effettuato un numero minimo di 24 ore di attività di docenza nel triennio successivo o bisogna seguire corsi d'aggiornamento?
Al fine dell'aggiornamento,  bisogna effettuare o la frequenza a  corsi d'aggiornamento o docenza per almeno 24 ore no tutte e due

Risposta
Ai fini del mantenimento della propria qualificazione, il formatore-docente è tenuto con cadenza triennale o alla frequenza di corsi di aggiornamento, ovvero seminari/convegni specialistici, per almeno 24 ore complessive (comunque 8 ore corso di aggiornamento) o, alternativamente , ad effettuare un numero minimo di 24 ore di attività di docenza.E' esatto quindi che bisogna effettuare o la frequenza a  corsi d'aggiornamento o docenza per almeno 24 ore no tutte e due.


Domanda n° 1203
Un dirigente puo' essere rls?
Un aspp puo' essere preposto?

Risposta
Un aspp può essere preposto. Un dirigente per essere rls deve essere eletto dai lavoratori, mi sembrerebbe strano che i lavoratori facessero di un dirigente un rls che deve controllare i dirigenti

Domanda n° 1202
Si possono far seguire a persone diverse contemporaneamente un corso di aggiornamento lavoratore e un corso di aggiornamento RLS?

Risposta
No, un corso o è per RLS o è per lavoratori. Un lavoratore che si aggiorna come RLS guadagna credito formativo come aggiornamento lavoratori, ma non è vero il viceversa.

Domanda n° 1201
Mi intereserebbe sapere per i C.F.P. quinquennali se l'aggiornamento per Coordinatore della sicurezza vale anche come aggiornamento per RSPP.

Risposta
Assolutamente si. Con il provvedimento Accordo Stato Regioni del 7/7/2016 i crediti formativi per RSPP e CSP si equivalgono a tutti gli effetti. Resta inteso che per svolgere la funzione di RSPP occorre avere attestato modulo C.
Torna ai contenuti